Il regolamento

REGOLAMENTO GENERALE

Associazione “LA VOCE RITROVATA – ONLUS”

CAPO I - SCOPI E MODI PER CONSEGUIRE GLI SCOPI E LE FINALITA’

L’Associazione LA VOCE RITROVATA, per conseguire gli scopi indicati dall’art. 2 dello Statuto Sociale si propone di:-

  1. Tutelare gli interessi generali degli ammalati oncologici
  2. Collaborare con tutti gli enti pubblici e privati che si occupano di problemi connessi alla rieducazione alla parola ed al recuperi socio-sanitario
  3. Promuove l’istituzione di Centri e Corsi di insegnamento atti ad elevare i livelli di rieducazione
  4. érovvedere alla formazione di rieducatori ed al loro aggiornamento di terapia riabilitativa
  5. Favorire gli interventi finalizzati alla introduzione di nuove tecniche e programmi di riabilitazione dei disabiliprotesica e terapeutica a favore di anziani o indigenti
  6. Collaborare con società, enti e privati ed assumere ogni altra iniziativa atta al conseguimento degli scopi sociali.

CAPO II -  PUBBLICAZIONI

Il Consiglio Direttivo nomina il Direttore responsabile e l’eventuale Comitato di Redazione del Giornale Sociale.

CAPO III – SOCI ONORARI

Art 1 – Le persone, gli Enti e le Associazioni ( sia Italiani che esteri) proposti per la nomina di socio benemerito devono avere acquisito alte benemerenze verso la categoria degli ammalati Laringe – Testa e Colloe verso l’Associazione intendendo- per questa ultima – di avere svolto una effettiva attività collaborativa diretta e propungata, nell’ambito dellorganizzazione in misura tale che risulti evidente di aver servito con passione e dedizione alla causa dell’Associazione LA VOCE RITROVATA e di avere efficacemenet contribuito all’attuazione degli scopi sociali e di volontariato e/o anche con congrue offerte.

Art 2 – LA candidatura a socio benemerito deve essere presentata al Consiglio Direttivo per iscritto da almeno due terzi dei consglieri eletti, deve essere accompagnata da esauriente motivazione e comunicata a tutti i Consiglieri almeno tre mesi prima della riunione in cui il CXonsiglio verrà chiamato a decidere sull’accoglimento della candidatura e sulla conseguente proposta da presentare all’assemblea.                                                  Il Consilgio Direttivo voterà a scheda segreta e la proposta sarà considerata accolta se avrà ottenuto una maggioranza di voti pari ai due terzi dei Consiglieri votanti. Presso la sede viene conservato un apposito Albo d’onore.

CAPO IV – SOCI ORDINARI E SOSTENITORI

Art 1 – Chiunque intenda fare parte dell’Associazione deve presentare domanda redatta su apposito modulo al Consiglio dell’Associazione che, in caso di approvazione, provvederà alla sua immatricolazione e al rilascio della tessera.                                                              Il nuovo iscritto deve pagare la quota stabilita per il tesseramento.

Art 2 – Il socio riceve la tessera di riconoscimentoi con le proprie generalità, l’indirizzo e la categoria di appartenenza con la firma del presidente. La tessera, per essere valida, deve essere munita della fotografia e della firma del titolsre.

CAPO V – DIRITTI E OBBLIGHI DEI SOCI.

Art 1 – I soci hanno diritto:-

  1. di usufruire dei mezzi e del materiale tecnico in dotazione sia agli Organi Centrali;
  2. di essere ammessi al Centro di rieducazione ed ai corsi istituiti dagli Organi Centrali;
  3. di ricevere le pubblicazioni spettanti alla categoria di rispettiva appartenenza;
  4. di fregiarsi del distintivo sociale.

Art 2 – L’appafrtenenza all’Associazione comporta l’obbligo di osservare lo Statuto ed il Regolamento.

Art 3 – Il Consiglio Direttivo può assumere provvedimento di sospensione per i motivi di cui sopra, dopo aver proceduto alla contestazione degli addebiti ed avcere invitato il socio interessato a produrre i motivi a sua difesa.                                                                        Nei casi lievi può essere inflitta un’ammonizione.                                                                 E’ ammessa, in ogni caso ed entro trenta giorni dalla data di ricezione del provvedimento, il ricorso la Collegio dei Probiviri che deciderà definitivamente.                                              Il Consiglio Direttivo può sospendere dall’attività e dalla frequenza della sede, nonchè dalla partecipazione alle manifestazioni sociali per un periodo non superiore ad un anno, i soci che tengono un comtegno contrastante con lo spirito infermatore dell’Associazione o con le regole della corretta ed educata convivenza.

CAPO VI – CESSAZIONE DALLA QUALITA’ DI SOCIO.

Art 1 – La qualità di socio cessa:

  1. per morte del socio o per estinzione dell’Ente Benemerito;
  2. Per dimissioni presentate alla Direzione;
  3. per morosità, accertata dal Consiglio Direttivo;
  4. per espulsione a seguito di provvedimento deliberato dall’Assemblea;
  5. per cancellazione del socio espulso dall’elenco dei soci verrà effettuata dopo aver ricevuto la decisione del Collegio dei Probiviri che respinge l’eventuale ricorso.

CAPO VI – CENTRI – MAESTRI RIEDUCATORI.

Art 1 – L’Associazione  LA VOCE RITROVATA previo accordo con il Personale di reparto di Otorinolarigoiatria della ULSS di appartenenza può istituire la formazione di idonei  centri di rieducazione per il recupero fonatorio di elementi operati di laringectomia. In tale caso sarà indicato il Direttore responsabile del Centro, possibilmente nella persona del …………..

Art 2 – Il Consiglio Direttivo si riserva di assistere, coordinare e vigilare sull’andamento dei centri, promuovendo  i necessari provvedimenti intesi a potenziare l’efficenza ed assumendo ogni e qualsiasi iniziativa che sarà ritenuta idonea per il raggiungimento degli scopi che l’Associazione si propone di conseguire con la più larga partecipazione dei laringectomizzati e non alla rieducazione della parola ed al recupero socio – sanitario.